Altro che mandiamoli a casa.

In Italia avremmo potuto avere, nella storia, un numero decisamente più basso di Governi se i politici italiani fossero sempre stati più seri, più preparati, più istruiti: più all’altezza!
Tutto ciò, però, non è stato e, spero di essere esagerato, non sarà mai.
Urge una nuova legge elettorale che, prima di tutto, preveda:
1) una laurea obbligatoria per tutti coloro che intendono candidarsi ad una carica politica;
2) una verifica seria sulla loro preparazione prima di ricoprirla;
3) un casellario giudiziale completamente pulito;
4) l’eliminazione completa di qualsiasi forma di immunità una volta ricoperta una determinata carica politica.
Ovviamente, per poter far questo, si dovrebbe prima procedere ad una riforma dell’articolo tre della Costituzione, che sancisce l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla Legge.
Certo, una Legge, così come una riforma costituzionale, deve essere fatta dai parlamentari; questo, purtroppo, è il vicolo cieco nel quale la nostra classe politica, a prescindere dal colore, ci terrà sempre bloccati.

Pubblicato in La nostra opinione and tagged , , .