Uno stato a sè

Napoli- “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla Legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Era il 01.01.48 quando entrava in vigore la Costituzione Italiana, che al primo comma dell’articolo tre, recitava così. Oggi, dopo quasi sessantuno anni, tale articolo è in crisi.

Continua a leggere

All’avanguardia del regresso

Napoli- Fino al 1958 in Italia le case di appuntamento erano legali e consistevano in locali autorizzati e registrati, dove le prostitute dovevano sottoporsi a controlli sanitari periodici ed obbligatori. La Legge n° 75 del 20 febbraio 1958 conosciuta come Legge Merlin, non solo istituì l’ineccepibile reato di sfruttamento della prostituzione, ma rese anche illegali tali luoghi.

Continua a leggere

L’orizzonte della giustizia

Napoli- Era il 3 agosto 2006 quando, nell’articolo “LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI?” di questa sezione, si leggeva: “…Molti degli scarcerati (lo si scrive con cognizione di causa) si “macchieranno” di nuovi reati, in custodia cautelare magari già ci saranno gli accusati di reati commessi dopo il 02 maggio 2006 che quindi non possono godere dell’indulto, e, come se non bastasse ancora, gli imputati dei reati non compresi nel perdono generale!

Continua a leggere

Oltre il danno, la beffa!

Napoli- L’Ordinamento giuridico italiano è sempre più pieno di garanzie e nella presente sezione, oltre a cercare di evidenziarle, si è sempre tentato di sottolineare quelle di esse che sono diventate anomalie, incoerenze, contraddizioni o, addirittura, veri e propri “schiaffi” alla logica.

Continua a leggere

Un’emergenza cronica

Napoli- Era il 3 Aprile 2007, quando nell’articolo “una nobile decaduta” della presente sezione si cercava di illustrare gli enormi contrasti che caratterizzano Napoli. Oggi, purtroppo, si vuole porre l’accento su una vergogna che, poiché affonda le proprie radici nella notte dei tempi, ora che è divenuta insostenibile, fa ancora più male: la spazzatura ed il suo smaltimento!

Continua a leggere