Non è una festa!

Napoli- L’otto marzo 2016 al Palazzo Pacanowski sito in Via Generale Parisi 13, si è tenuto un importante seminario dal titolo “l’8 marzo non è una festa”, organizzato dal C.U.G. (Comitato Unico di Garanzia) dell’Università Parthenope di Napoli, fondato nel 2014.

Continua a leggere

Viva l’Italia!

Era il 17 agosto 2015 quando, insieme alla propria moglie, lo scrivente si recava in Baviera per le vacanze estive. Essa è uno dei sedici Bundesländer (Stati federati) della Germania. Alcune delle città dello Stato in questione, “toccate” dallo scrivente e tutte decisamente da visitare con estrema attenzione, sono: Monaco di Baviera, Norimberga, Augusta, Würzburg, Bamberga e Rothenburg.

Nel Cinquecento la Baviera divenne la roccaforte del mondo cattolico oltre le Alpi e migliaia di Gesuiti vi giunsero da Roma; infatti, ancora oggi, la religione maggiormente professata è quella Cattolica, come testimonia, tra l’altro, la Marienplatz (principale piazza di Monaco e cuore della stessa città), intitolata alla Madonna. Proprio quest’ultima città è, dopo Berlino ed Amburgo, la terza della Germania per numero di abitanti; ma ciò non le impedisce di essere ordinata, pulita e per nulla caotica. Essa è situata sulle rive del fiume Isar. Residenze reali, folclore ancora molto vissuto (è normalissimo incontrare persone del luogo vestite con costumi tipici), immensi parchi, musei e chiese barocche e rococò, la rendono veramente affascinante ed interessante. Se si visita la città in parola che è stata la “culla” del famoso Oktoberfest, non si può tralasciare la Cattedrale. La Rathaus, (così si chiama la sede del municipio delle città della Germania e dell’Austria), è un altro edificio da visitare. Sulla Rathaus di detta città, v’è un orologio dotato del famoso carillon a figure animate, simbolo cittadino quasi alla pari del leone e del monaco, che alle 11, alle 12 ed alle 17 di tutti i giorni, offre una bella scenografia. Tale orologio, anche se con scenografie diverse, ricorda quelli di Venezia, Norimberga, Rothenvurg e Praga. Una “carezza” da non perdere è il Castello di Nymphenburg: la residenza estiva dei Wittelsbach, ai quali è appartenuto anche il misterioso Ludovico II di Baviera, sul quale Luchino Visconti ha girato lo splendido film Ludwig. Imponente costruzione, uno dei capolavori dell’architettura barocca in Germania, viene definito una delle più belle residenze reali d’Europa.

Il gioiello più famoso della zona visitata è, però,Continua a leggere