Meglio tardi che mai!

Finalmente un poco di giustizia, buon senso e coerenza! Quando la parte ha presentato una specifica nota spese i Magistrati, nel liquidare diritti ed onorari, non possono più limitarsi ad una globale determinazione in misura inferiore a quanto richiesto, essendo necessaria un’adeguata motivazione che indichi le ragioni dell’eliminazione o della riduzione di voci operata!!! Questo è quanto ha finalmente stabilito la Corte di Cassazione, con Sentenza n° 12461 del 2011, specificando che tale motivazione è indispensabile per consentire, attraverso il sindacato di legittimità, “l’accertamento della conformità della liquidazione a quanto risulta dagli atti e alle tariffe, in relazione all’inderogabilità dei relativi minimi, a norma dell’articolo 24 della Legge n° 794 del 1942”!

Posted in Blog and tagged , .