I conti senza l’oste!

Sei sposata?

Ami vivere molto, troppo bene?

Sogni il divorzio?

Fai molta attenzione! La moglie che ama condurre una vita libertina e che, per questo, dà uno scarso contributo alla gestione della vita familiare, rischia di vedersi ridurre l’assegno divorzile! La I sezione civile della Corte di Cassazione Con Sentenza n° 28892 depositata in data 27 dicembre 2011, infatti, ha spiegato come ci si deve regolare per determinare la misura dell’assegno da corrispondere alla propria ex e precisamente: una volta stabilito in astratto che alla ex spetta l’assegno divorzile per consentirle di mantenere il tenore di vita matrimoniale, il giudice deve poi procedere alla determinazione in concreto dell’assegno, compiendo una valutazione ponderata e bilaterale di criteri come: ragioni della decisione, contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ciascuno o a quello comune, reddito di entrambi e durata del matrimonio!!!

Posted in Blog and tagged , .